Ufficio Utenti Salute Mentale Lombardia

                  

L'Ufficio Utenti Salute Mentale Lombardia è aperto tutti i lunedì dalle 14.30 alle 16.30.

La sede è a Milano in via Sant'Erlembaldo, presso la Casa Solidale all'interno 

del parco di Villa Finzi.

Vicino la fermata della metropolitana linea 1 Gorla

Per appuntamento e/o informazioni telefonare negli orari di apertura al  338 61 98 570, oppure scrivere a utentisalutementalelombardia@gmail.com

Maggio 2018. Clicca per il video di presentazione dell'U.U.

Foto dell'inaugurazione

Foto1     Foto2     Foto3     Foto4     Foto5     Foto6     Foto7     Foto8     Foto9     Foto10     Foto11     Foto12     Foto13     Foto14

 

 

Per costruire una "banca dati" vi chiediamo un aiuto: puoi inviarci informazioni sulla tua Associazione o sul tuo Servizio ?

Scarica e compila la relativa scheda e inviala a :

utentisalutementalelombardia@gmail.com  

 usa questo indirizzo di posta anche per ricevere informazioni.

Scheda per Associazione                Scheda per Ente o Servizio

 

 

1)     PROMOTORI – AMBITO TERRITORIALE – UBICAZIONE – PATROCINI E ADESIONI

a.      PROMOTORI:

                            i.     Rete Utenti della Lombardia (RUL)

                           ii.     Gruppo Promozione Esperto in Supporto tra pari: PRO ESP

                           iii.     Unione Regionale Associazioni Salute Mentale - URASaM.

b.     AMBITO TERRITORIALE: Si rivolge all'intero territorio regionale

c.      UBICAZIONE: Milano, via Sant' Erlembarlo, presso la Casa Solidale all'interno del parco di Villa Finzi (entrando nel parco a sinistra, edificio di fronte)

d.     PATROCINI ED ADESIONI: Previste le adesioni di Regione Lombardia, del Comune di Milano, di alcune ASST, di alcune ATS, di           alcune realtà del Terzo e Quarto Settore

 

2)     DI CHE COSA SI OCCUPA LO SPORTELLO UTENTI?

Di promuovere:

a.      La Rete Utenti della Lombardia,

b.     le associazioni e i gruppi locali di utenti.

c.      La figura degli utenti Esperti Supporto tra Pari (ESP).

d.     I temi della Recovery e dell'empowerment.

e.     I processi di co-produzione e di trasformazione dei servizi.

f.       I percorsi di formazione rivolti agli utenti.

g.      I percorsi di ricerca sul protagonismo degli utenti.

h.      I gruppi AMA di utenti.

i.       Iniziative ed eventi pubblici sulle tematiche già menzionate.

j.       Diffusione delle news.

k.      Archivio dati sulla situazione dei Servizi di salute mentale.

 

Tra gli impegni a cui sta già lavorando un gruppo di trenta persone (utenti, familiari, operatori) c’è quello della formazione: un gruppo misto sta approfondendo le tematiche menzionate. Sarà un gruppo che gestirà singoli incontri e percorsi formativi richiesti dalla Regione, dai DSM, dalle Università, da Enti formativi o da altri soggetti. Sono in preparazione materiali (in cartaceo e slide) di supporto alle future formazioni. Per gli utenti esperti, verrà chiesta la retribuzione delle prestazioni formative.
 

3)     DI CHE COSA NON SI DEVE OCCUPARE LO SPORTELLO

a.     Di singoli percorsi di cura.

b.     Delle lamentele nei confronti dei servizi.

c.     Della ricerca di strutture idonee ad inserimenti e prese in carico.

 

Cosa consigliare in questi casi?

d.     Rivolgersi all Dipartimento di salute mentale competente per territorio.

e.      Consultare lo sportello delle AO dedicato: Ufficio relazioni col Pubblico (URP).

f.       Chiedere consiglio alle Associazione di familiari del territorio (difesa dei diritti), alle Associazioni territoriali degli utenti o al numero Verde di Progetto Itaca.
 

4)     ORGANIZZAZIONE

a.      Alcuni referenti del gruppo svolgeranno funzioni di coordinamento e di segreteria.

b.      La sede sarà aperta, inizialmente, una mezza giornata alla settimana, successivamente verranno incrementate le aperture con una turnazione che preveda una presenza contemporanea di 3-4 persone.

c.     I contatti col pubblico saranno gestiti tramite e-mail, telefono e/o appuntamenti in sede.
 

5)     COMUNICAZIONE

a.     Brochure cartacea e on-line.

b.     E-mail dedicata.

c.     Spazio dedicato nel sito della RUL